martedì 24 gennaio 2012

Aloe salmdyckiana e microstigma in fiore

Oggi è iniziata la fioritura dell' Aloe salmdyckiana, lo scorso anno aveva iniziato il 14 marzo, quindi siamo in anticipo di un mese e dieci giorni, proprio uno strano inverno. Anche il mandorlo sta fiorendo, in anticipo di due settimane, oggi era tutto un ronzio di api e bombi.





                                   Aloe salmdyckiana ( sin. A. x principis)

L'Aloe salmdyckiana è un ibrido naturale tra Aloe ferox e Aloe arborescens, della ferox ha preso la bella infiorescenza a candelabro, dall'arborescens la forma più cespitosa che permette anche una facile propagazione per talea. La ferox ha fusto singolo e può essere propagata solo per seme. Anche la crescita è abbastanza veloce, come l'arborescens, mentre per la resistenza al freddo è simile alla ferox. Begli esempleri di questa Aloe sono nel giardino di Villa Hanbury a Ventimiglia e a Montecarlo.


Il nome dell'Aloe fa' riferimento al botanico tedesco Joseph de Salm-Dyck (1773 - 1861)



Questa invece è l'Aloe microstigma, una pianta da seme che fiorisce per la prima volta. E' un'Aloe originaria del Sud Africa, molto diffusa in natura e non a rischio estinzione. A fusto singolo, si propaga quindi solo per seme che però è di facile germinazione, anche la crescita è abbastanza veloce. Nel suo habitat viene impollinata da uccellini che si nutrono del nettare, ma anche da insetti.


La foglie di colore verde con puntini bianchi e spine rosse con la siccità ed il caldo assumono delle sfumature rossicce e viola molto belle. Una certa colorazione c'è anche adesso, causata dalla mancanza di pioggia.



                                  Aloe microstigma (Salm-Dyck)

I fiorellini devono ancora aprirsi, meriterà un altro scatto...

18 commenti:

  1. Fioritura stupenda....si vede che da te il clima è un'altra cosa...

    RispondiElimina
  2. Da me si gela
    -14 la notte di ieri...di giorno al max si va a -4...
    va beh..passerà anche quest'inverno che sembrava mite...ci ha fatto pagare il conto tutto d'un botto
    ^^

    RispondiElimina
  3. Foto bellissime.
    Un poeta dilettante come me dovrebbe avvalersi dei nomi e dele immagini di piante così particolari.
    :-)

    RispondiElimina
  4. Sapete qualcosa di più preciso??

    RispondiElimina
  5. se desiderate contattarmi sono Maria Teresa, la sorella.
    Grazie a tutti per la compagnia che gli avete fatto, le esperienze condivise e per l'amicizia che gli avete donato

    RispondiElimina
  6. Da parecchio non entravo nel mio blog..sto facendo un giro dai vecchi amici e non potevo mancare di fare un passo qui anche se ormai tutto purtroppo tace..mi resta il bel ricordo che ho di Paolo..una persone speciale...
    Ciao maria teresa..un abbraccio
    ^^

    RispondiElimina
  7. A distanza di anni questo rimane uno dei Blog in cui ritorno con più piacere...a volte mi chiedo che fine abbia fatto questo angolo tropicale, se i Litchi tanto amati dal caro Paolo sian diventati grandi e fruttificanti, se l'Avocado fatto da seme abbia finalmente iniziato a fiorire e se qualcuno stia provvedendo a potare la sua stupenda siepe di Guava Fragola...queste pagine tengono ancor più vivo il suo ricordo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho un bellissimo ricordo di lui ci manca... Spero di rincontrarlo un giorno...

      Elimina

 
Template by Blografando || Distribuito da Adelebox