lunedì 27 agosto 2007

Ulivi e caprette

Ed ecco perchè i miei vecchi ulivi non si preoccupano per gli incendi boschivi... sotto di loro solo terra e pietre, le uniche piante che sopravvivono sono delle margherite selvatiche le cui foglie hanno un odore veramente sgradevole:



E questo è il capo branco, Pippo



La capretta Zaki

domenica 19 agosto 2007

Elicottero antincendi

Il tratto di mare tra me e l'isola Gallinara era utilizzato dai Canadair del servizio antincendio per caricare l'acqua, sopratutto nelle giornate di vento quando è importante avere una zona di relativa calma.

Ora i Canadair, che prima erano qui all'aereoporto di Villanova d'Albenga, li hanno trasferiti a Pisa, inoltre fortunatamente nonostante la siccità ultimamente non ci sono stati grossi incendi. Oggi però c'era un piccolo incendio dietro la collina che mi protegge dalla tramontana ed ho visto per la prima volta l'elicottero antincendi della Forestale.

Passava proprio sopra la mia testa per scendere in mare a caricare l'acqua, spaventando le mie caprette col suo rumore assordante.







Io però sono completamente al sicuro dagli incendi boschivi, proprio grazie alla pulizia fatta dalle caprette sotto i miei ulivi, anzi ora stanno "pulendo" anche la macchia mediterranea circostante.

mercoledì 15 agosto 2007

Compleanno, chalet e banani

Oggi è ferragosto, ma anche il mio compleanno, sono 63 giri di boa...

Meglio starsene qui tranquilli, lontano dalla spiaggia e dai gavettoni, nel mio angolo tropicale tra gli ulivi:

domenica 12 agosto 2007

Libellula su ferox

Un'agave ferox, le cui spine incutono rispetto:



ma se guardate bene qualcuno l'ha scelta come eliporto personale...



Da alcuni giorni l'ho notata, sta appostata li in attesa che passi qualche ignara farfallina da predare.

Il gatto invece si riposa dalla caccia notturna che deve essere stata abbastanza fortunata, stamattina ha rifiutato dei ritagli di prosciutto  e bevuto solo un po' di latte, forse per digerire qualche sfortunato topolino.

giovedì 2 agosto 2007

Cyperus papyrus


In primavera ho acquistato un rizoma di papiro, un pezzo di radice con un solo germoglio che ho messo in vaso con ghiaia e terriccio, e con un sottovaso sempre pieno d'acqua.

Pensavo che avrebbe fatto pochi steli, non molto alti; per fortuna il vaso era abbastanza grande perchè la pianta ha iniziato a fare steli sempre più alti e robusti, con chiome folte molto decorative.

Ora l'ho sistemato in un grosso secchio abbastanza vicino alla vasca dei pesci rossi, dove c'è già un papiretto a foglia larga che al confronto sembra un pigmeo





Probabilmente il prossimo anno farò un'altra vasca, il papiro egizio se la merita...
 
Template by Blografando || Distribuito da Adelebox