sabato 8 maggio 2004

MESEMBRIANTEMI


Avete un terreno arido e sassoso, esposto ai venti salsi? Vi dimenticate spesso di annaffiare le piante? Niente paura, questo è il fiore più adatto per voi, teme solo il freddo e il ristagno d'acqua... e poi è un bel fiore, ce ne sono molte varietà, tutte originarie del Sud Africa. La più grande ha colonizzato tutte le coste del Mediterraneo, formando dei tappeti fioriti tra i pini marittimi ai margini delle spiaggie; ha il fusto strisciante e foglie carnose, a sezione triangolare, viene chiamato volgarmente “fico degli ottentotti” che poi sarebbero i boscimani del Kalahari, che se ne cibano. Anni fa all'isola d'Elba regalavano una pianta di mesembriantemo alle coppie che si sposavano lì, come fiore simbolo dell'isola; non so se lo facciano ancora.
I fiori si aprono solo col sole forte e hanno dei colori talmente vivi che è veramente un problema fotografarli... i petali molto lisci riflettono la luce solare e senza sole stanno chiusi... mi provvederò di un filtro polarizzato. Come già detto sono piante molto resistenti alla siccità, dalle foglie carnose, è anche molto semplice propagarle per talea e sono di crescita rapida, specialmente certe varietà tapezzanti che in breve tempo possono ricoprire un muro a secco o una scarpata.

Nessun commento:

Posta un commento

 
Template by Blografando || Distribuito da Adelebox