giovedì 23 settembre 2010

Barcaggio, ostriche e dentici

La vacanza a Barcaggio procede bene, ho anche una connessione abbastanza veloce.

Alcune foto:





La vista dalla mia saletta da pranzo




E quello che c'è in tavola




I dentici che pesca il mio padrone di casa, quello piccolo da due kg. me lo ha regalato.  

lunedì 13 settembre 2010

Settembre di pesca

Sono in vacanza in Corsica sino a fine settembre, ecco dove sono:





E questa è la Tour Santa Maria, la zona di pesca preferita:





dal mio blog CorsicaFoto

giovedì 2 settembre 2010

Qualche specie di Aloe

Che Agave ed Aloe abbiano un antenato in comune è abbastanza evidente, poi col distacco del continente americano dall'Europa ed Africa le due piante si sono evolute su vie leggermente diverse dando origine a numerose specie (qualche centinaio per entrambe).

L'Agave è originaria del continente americano e si differenzia sopratutto dall'Aloe perchè, salvo rare eccezioni nelle specie più piccole, la fioritura è l'estremo atto della pianta che poi secca. L'Aloe invece è endemica di Africa e Asia, fiorisce appena è adulta e ripete la fioritura ogni anno, alcune specie anche più volte all'anno, e la fioritura non comporta la morte della pianta.

Pur essendo una pianta succulenta sopporta discretamente le basse temperature, alcune specie vivono in zone montagnose soggette a nevicate, altre in deserti con scarsissima piovosità.

Ecco qualcuna delle mie:



Aloe microstigma , una specie dai bei colori, sopratutto in estate con la siccità le foglie assumono delle tonalita rosso violacee che fanno risaltare maggiormente la puntinatura bianca e le spine rossastre.



Aloe plicatilis , un'Aloe inerme, dalle foglie opposte e mai a rosetta, fioritura rossa, appariscente



Da sinistra: Aloe chabaudii, colore blu con sfumature viola in inverno, Aloe tigrina, Aloe sinkatana.



Da sinistra, davanti: Aloe longistila, una specie piccola dal bel colore azzurro e spine ben evidenti, Aloe juvenna, piccola ma che accestisce molto e cresce discretamente in altezza, Aloe dorotheae, specie piccola , accestente, in inverno diventa quasi rossa e fiorisce frequentemente, anche in questo periodo.

Dietro: Aloe mubendiensis e Aloe rupestris, due specie dalla crescita anche notevole nel loro ambiente naturale (spero meno nel mio per questione di spazio).



Aloe broomii, una specie delle zone molto aride, una delle più simili alla cugina Agave, spine molto dure e foglie poco carnose.



Aloe glauca, il nome specifico descrive bene il colore delle foglie, bella fioritura simile all'arborescens.



Aloe vera, a destra Aloe saponaria, allo stato brado... l'A. vera ha fiori giallastri, non molto belli, la saponaria invece ha fiori di un bel rosso corallo.



Aloe arborescens, una specie dalle ottime caratteristiche medicinali, sembra anche superiore all'A.vera. Fioritura molto bella,  rossa. E' il rifugio preferito da Gimmi, di li può controllare l'ingresso e ripararsi dal sole.
 
Template by Blografando || Distribuito da Adelebox