giovedì 10 agosto 2006

Pesche gialle bio

Raccogliere le pesche da un albero piantato personalmente da' soddisfazione, ma quando la pianta è stata proprio fatta dal seme la soddisfazione è ancora maggiore.

La prima pianta mi era nata per caso, da un nocciolo finito chissà come nella terra dell'orto: mi aveva subito stupito il fatto che questa pianta non prendeva la malattia alle foglie come succedeva sempre alle piante di pesco acquistate dal vivaista e che avevo rinunciato a coltivare perchè non mi andava di spruzzare veleni in quantità per poter mangiare dei frutti.


Oltretutto dopo qualche anno aveva fiorito e portato a maturazione alcune pesche gialle, veramente gustose e che maturavano le prime settimane di agosto. Così ho pensato di seminare alcuni noccioli di queste pesche ed ho fatto due piante che ora da qualche anno fioriscono e fruttificano regolarmente, mentre la pianta madre che era vicino allo scarico di un lavandino è seccata per la troppa acqua nelle radici.


Così ora ho due piante di pesco che fruttificano senza neanche una goccia di antiparassitari, a volte hanno qualche foglia accartocciata in primavera, ma poi cadono e gli alberi si coprono di un bel fogliame verde e di frutti sani, salvo a volte qualche vermetto, biologico anche lui...

Nessun commento:

Posta un commento

 
Template by Blografando || Distribuito da Adelebox