martedì 20 gennaio 2004

LA DIMORFOTECA



E che è sta' dimorfoteca? Avete ragione, non è certo un nome da dare a un fiore, e che bel fiore... parente della nostrana margherita dei boschi, è una bella pianta dai fiori vistosi, con sfumature che vanno dal bianco al violetto scuro, anche se ora ne esistono arancio e salmone. In Liguria viene coltivata in vasetti che vengono esportati in primavera nel centro Europa, utilizzando la varietà eretta, mentre nei giardini si preferisce la varietà prostrata che può essere usata per tapezzare un'aiuola in pieno sole oppure, come nel mio caso, a fare una cascata di fiori su un muro a secco (la foto è stata scattata stamattina).
la dimorfoteca
Crescendo a contatto delle pietre in posizione rivolta a sud, anticipa la fioritura in quanto anche dopo il tramonto il muro cede il calore accumulato nelle ore di sole.
E' una pianta molto rustica, ovviamente nelle zone temperate, si propaga facilmente per talea mettendola a radicare in un bicchiere d'acqua, anche i fusti coperti di terra emettono radici; dopo la fioritura primaverile che si protrae sino all'inizio dell'estate, è facile avere una seconda fioritura in autunno con l'arrivo delle pioggie.

Nessun commento:

Posta un commento

 
Template by Blografando || Distribuito da Adelebox